Home > Piscine Interrate > Quanto costa una piscina interrata?

Quanto costa una piscina interrata?

Spesso si dice che a domande banali corrispondano risposte altrettanto banali; beh, probabilmente non è sempre così. Per esempio, diffidate da chi risponderà a una domanda ingenua come “Quanto costa una piscina?” in modo altrettanto semplice e immediato: un eccesso di semplificazione, in questo caso, potrebbe essere indice di dubbia competenza in materia da parte del vostro interlocutore.

La previsione dei costi di una piscina interrata è un lavoro tutt’altro che agevole. Determinare a priori dei costi standard per una piscina interrata è un’impresa ardua persino per i più esperti del settore: i professionisti spesso si cimentano al solo scopo di rendere consapevole la clientela della molteplicità di variabili da tenere in considerazione nell’elaborazione di un preventivo realistico. Sono così tanti i fattori con un’incidenza decisiva sui costi di una piscina, che stilare a priori delle tabelle di costi standard diventa davvero un esercizio di competenza e talvolta una garanzia di serietà.

Piscine da giardino

Nel mondo delle piscine interrate la parola d’ordine è personalizzazione; i clienti domandano sempre “Quanto costa una piscina?”, ma i veri artefici del prezzo, in fondo, sono loro. Una piscina interrata non è un soprammobile trasferibile così com’è in ogni spazio e superficie; è un bene di lusso diversificato, sicuramente adattabile e duttile, che tuttavia segue, nel bene e nel male, la fantasia dei fruitori e la loro disponibilità economica. E non si tratta solo di un microcosmo di accessori intriganti e optionals accattivanti, che indubbiamente incidono sui costi, ma di una serie di variabili di base da cui dipende la realizzazione stessa della piscina e l’implementazione della struttura.

Per evitare un eccesso di astrazione e provare a fare delle valutazioni più precise sui costi di una piscina chiavi in mano, adatteremo questa breve dissertazione al modello di una piscina residenziale di dimensioni medio-grandi (10 x 5 m, per 1,5 di profondità), di forma rettangolare o ovale (una fra le soluzioni standard più richieste fino allo scorso anno).

images3V8XO9TV

ELEMENTI CHE INFLUENZANO I COSTI DI UNA PISCINA INTERRATA

La struttura della piscina

Per dare una risposta sensata alla domanda “Quanto costa una piscina?” non si può prescindere da un accenno alla struttura della piscina, a cui sono correlati una serie di costi base:

  • costo del materiale necessario al montaggio o alla costruzione della piscina
  • costo dell’installazione
  • costo per scavo ed opere murarie (scavo, costi di smaltimento, allacciamenti elettrici, opere murarie sono parametri strettamente dipendenti dalle condizioni dell’area di installazione, dalla conformazione del terreno e dal cosiddetto costo della vita dell’area geografica di appartenenza)

In relazione alla diverse strutture realizzabili si possono distinguere:

  • piscine in pannelli d’acciaio: è la soluzione più utilizzata negli ultimi anni per l’equilibrio tra i costi del materiale, la durata della struttura e la velocità di installazione. Per acquistare una piscina in pannelli d’acciaio di buona qualità, che includa, oltre alla struttura, almeno il rivestimento e il sistema di filtrazione completo, i costi totali previsti (chiavi in mano) oscillano tra i 14.000 e i 19.000 euro;
  • piscine in lamiera d’acciaio: è la modalità di realizzazione di una piscina interrata più competitiva sotto il profilo del prezzo dei materiali e dell’installazione; necessita di maggiori interventi di opera muraria, come i muretti di contenimento laterali, che inevitabilmente possono fare lievitare i prezzi fino a 16.000 euro. Un vantaggio applicabile a questa tipologia può essere l’installazione fai da te, consigliabile, tuttavia, solo ad acquirenti esperti: una supervisione tecnica e professionale spesso è un investimento iniziale capace di evitare molti problemi successivi;
  • piscine in vetroresina monoblocco: costi vantaggiosi, velocità d’installazione, contenimento delle opere di scavo e muratura, sono gli indiscutibili pregi di questa opzione; difficoltà di trasporto e esigenza di una perfetta stabilità del terreno, le eventuali complicazioni al vostro sogno di piscina interrata. Totale chiavi in mano: da 16.500 a 19.000 euro;
  • piscine in cemento armato: sono la soluzione più classica per la costruzione di piscine residenziali; un pro e un contro? La lunga durata nel tempo e la scarsa elasticità della struttura, che richiede un terreno ottimamente stabilizzato. Totale chiavi in mano: da 14.500 a 20.000 euro;
  • piscine in casseri di polistirolo: sono un variante moderna delle costruzioni in cemento armato, poiché sono realizzate con blocchi di polistirolo, assemblabili attraverso una rete metallica interna, nei quali avviene la colata di cemento (rispetto al semplice cemento armato, garantiscono un ottimo isolamento termico e maggiore flessibilità della struttura). Totale chiavi in mano: da 14.000 a 19.000 euro.

untitled (12)

Dimensioni e profondità

Non ci vuole molto a capire che a dimensioni maggiori corrisponda un aggravio economico più incisivo; si può ipotizzare, in linea teorica, un prezzo di circa 200- 300 € al metro quadro e arrivare con un niente ad una spesa superiore ai 10000-15000 euro.

La profondità è la dimensione che più incide in termini di lavori di scavo e impiego dei materiali; probabilmente costruire una piscina meno profonda, adatta alla sicurezza dei bambini, in caso di limitate capacità natatorie, potrebbe farvi risparmiare un bel po’.

Materiali

A parità di tipologia, i materiali non hanno sempre lo stesso costo: una struttura Made in Italy o almeno Made in EU vanta una qualità maggiore e, di conseguenza, dei costi sensibilmente più alti rispetto ad una realizzazione meno pregiata; discorso analogo in merito alla notorietà dei marchi impiegati.

Zona d’installazione

Anche la costruzione di una piscina, come ogni attività legata ad una modifica del territorio, subisce le variabili del costo della vita dell’area geografica di riferimento: tasse e regolamenti locali, complicazioni logistiche e costi di trasporto, ubicazione e altitudine (soprattutto per isole o zone disagiate), sono fattori di primaria influenza da considerare.

untitled (11)Forme personalizzate

La richiesta di una forma particolare determina costi extra che non si esauriscono con la realizzazione della struttura, ma si ripercuotono su tutta una serie di accessori, non standardizzati e non standardizzabili, inevitabilmente più cari. Si pensi alla realizzazione di bordi con particolari raggi o alla sagomatura di una copertura, isotermica o invernale.

Accessori

La lista degli elementi opzionali, necessari o non, potrebbe allungarsi a dismisura, assecondando le esigenze pratiche ed economiche dei richiedenti o le velleità del loro gusto personale; vediamo alcune idee:

  • Coperture: il costo di una copertura invernale basica per una piscina di 10 x 5 metri può andare da 400 € ai 1.000 €, ma già per una copertura isotermica, con rullo avvolgitore, sono necessari dagli 800 € ai 1500 €.
  • Bordi e pavimentazioni perimetrali: ricordate che materiali pregiati, manodopera specializzata e decorazioni particolarmente complesse aggiungono all’opera un valore non solo estetico.
  • Trampolini o scivoli: il prezzo medio di un trampolino è di circa 400 €, qualcosa in più per uno scivolo.
  • Spa, idromassaggio, nuoto controcorrente: un lusso che vale tra i 400 € e i 2.000 €; il dubbio è uno solo: piacere o risparmio?
  • Illuminazione: se siete amanti del “bagno di mezzanotte” dovrete aggiungere al preventivo una spesa tra i 300 e i 1000 €.
  • Filtrazione a sfioro: la filtrazione a sfioro è una bellissima opzione che rende più elegante la piscina e permette di sfruttare tutta la sua altezza; purtroppo i costi sono ingenti, con un aggravio sul portafoglio di almeno un 30% sul prezzo finale. Un’alternativa esteticamente ed economicamente interessante sono gli skimmer sfioratori, che avvicinano il livello dell’acqua al bordo.

untitled (10)

Si potrebbe continuare ancora a lungo a ricercare voci di spesa da aggiungere ai costi di una piscina, ma forse l’unica riflessione legittima a cui riservare la chiusa di questa dissertazione è una sola: nel caso da tempo foste impegnati nel progetto di una piscina tutta vostra e cercaste un incoraggiamento finale per smettere di sognare a occhi aperti, ricordate che da qualche anno, a causa della crisi, i prezzi delle piscine sono praticamente fermi.

Quanto durerà questa parentesi di convenienza?

Articoli interessanti

Lascia un commento

Top